Copper/Gold ratio: a useful Business Cycle indicator

Copper/Gold ratio: a useful Business Cycle indicator

Copper/Gold ratio: a useful Business Cycle indicator 1200 800 AltReturns
Reading Time: 3 minutes

La versione italiana dell’articolo si trova dopo il testo in inglese.

English Version:

Copper is an industrial metal whose price rises when global economy is growing. During economic cycle expansion, firms drive copper price up by increasing their demand.

On the other hand, gold industrial applications are less common and its price fluctuations are principally determined by its “save haven” feature. This characteristic becomes relevant when global economy enters into recession. The yellow metal offer also a protection for investors, in particular bondholders, when inflation is on the rise.

As a consequence, Copper/Gold ratio increases during business cycle expansion, while it decreases during recessions.

Our analysis also includes the U.S. Treasury Bonds, whose yield goes up when U.S. economy is strong (due to Federal Reserve interventions) and inflation expectations are rising. We remember that when rates increase, bond prices decline.

In the chart below we observe a positive correlation between Copper/Gold ratio and Treasury Bonds yield. They both increase or decrease according to the global economic cycle.

In the last 12 years the ratio Copper/Gold reached its top at 0.6 on 25 May 2007 when Treasuries yield was 5.07%. The bottom at 0.14 was reached on 20 February 2009 when Treasuries yield was 2.78%. As of today, 5 November 2018, the ratio is 0.23 and the Treasuries yield is 3.04%.

copper/gold ratio

Versione Italiana:

Il rame è un metallo industriale il cui prezzo aumenta durante le fasi di crescita dell’economica globale. Durante la fase espansiva del ciclo economico, le imprese aumentano la domanda di rame e di conseguenza spingono il prezzo del metallo verso l’alto.

A differenza del rame, l’oro ha un uso più limitato in ambito industriale e le dinamiche associate al suo prezzo sono influenzate soprattutto dalla sua funzione di “bene rifugio”, particolarmente enfatizzate quando l’economia globale entra in recessione. Il metallo giallo offre anche protezione agli investitori, in particolar modo gli obbligazionisti, quando l’inflazione riprende a crescere.

Di conseguenza, il rapporto Rame/Oro (Copper/Gold) tende a crescere durante le fasi espansive del ciclo economico.

Concludiamo la presentazione delle variabili parlando dell’importanza del rendimento dei titoli di stato americani a 10 anni (Treasuries). Questa grandezza tende ad aumentare, complici gli interventi della Banca Centrale americana (Federal Reserve), quando l’economia degli Stati Uniti è tonica e aumentano le aspettative sul manifestarsi dell’inflazione. È opportuno ricordare che l’innalzamento dei tassi ha come diretta conseguenza la riduzione del prezzo dei titoli di stato.

Dal grafico sottostante risulta evidente una relazione positiva tra il rapporto Rame/Oro e quello dei rendimenti del Treasury Bond. Entrambi crescono o si contraggono in base allo stato di salute dell’economia globale.

Nel corso degli ultimi 12 anni il rapporto Rame/Oro ha raggiunto il suo massimo a 0,6 il 25 maggio 2006 quando il rendimento del Treasury era del 5,07%. Il minimo, pari a 0,14, è stato invece toccato il 20 febbraio 2009 quando il Treasury rendeva il 2,78%. Attualmente il ratio è pari a 0,23 mentre il rendimento del decennale statunitense è del 3,04%.

copper/gold ratio

Leave a Reply

Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.