Wine Funds: Getting Exposure to a Niche Market

Wine Funds: Getting Exposure to a Niche Market

Wine Funds: Getting Exposure to a Niche Market 1200 800 AltReturns
Reading Time: 2 minutes

La versione italiana dell’articolo è disponibile dopo il testo in inglese.

ENGLISH VERSION

Fine wine investing is becoming popular but there are a number of pros and cons that should be considered. Starting with the pros, we can mention the price resilience. Conversely to traditional financial markets, wine investments are not exposed to “flash crashes” that can undermine the value of an asset. Moreover, the investor owns physically the bottle and for this reason he can take care of it in person. On the other hand, traditional investments require the intermediation of a broker or a financial advisor.

The disadvantages of wine investing starts with the illiquidity of the market. Selling a bottle of fine wine requires a lot of time and effort. In addition, improper caring of a bottle physically owned can destroy the content but also its value.

In order to avoid the majority of the risks (in particular the ones associated to proper storage), investors can buy shares of funds specialized in fine wine investing:

The following list includes some of the most famous thematic fund:

Waterkmark Fine Wine: the fund raised equity capital from a group of enthusiastic high-net-worth investors under the Enterprise Investment Scheme (EIS) and is very well capitalized to receive generous tax reliefs available under EIS

Fine Wine Fund: run by Wine Asset Managers LLP, this fund has an impressive track record to reel in investors. According to their website, the Fine Wine Fund has returned an average rate of 7.9% per annum net of all fees since its launch in September 2006. The firm offers two different products, one aimed for individuals and one aimed for institutional investors.

Wine Source Fund: the Wine Source Fund is regulated by the Malta Financial Services Authority (MFSA) and registered under the Alternative Investment Fund Manager’s Directive (AIFMD) of the European Union. The fund offers diversification with niche exposure to spirits such as Cognac and Whiskies.

 

VERSIONE ITALIANA

Gli investimenti in vini pregiati si stanno diffondendo sempre di più anche se è necessario tenere conto dei pro e dei contro. Uno dei principali aspetti positivi riguarda la resilienza dei prezzi, infatti questa asset class si salva dai “flash crash” che a volte si abbattono sui mercati tradizionali. Inoltre, l’investitore può disporre fisicamente di una bottiglia e quindi può prendersene direttamente cura mentre generalmente gli investimenti finanziari richiedono l’intermediazione di un broker o di un consulente finanziario.

Guardando agli svantaggi, quello più penalizzante riguarda la scarsa liquidità del mercato. Infatti, vendere una bottiglia di vino pregiato richiede molto tempo e impegno. Inoltre, se da un lato la gestione diretta delle bottiglie può essere considerata un aspetto positivo, in caso di negligenza del proprietario una bottiglia potrebbe vedere azzerato il proprio valore.

Per evitare i rischi legati alla conservazione, e allo stesso tempo non rinunciare ad investire in questa asset class, esistono dei fondi di specializzati che offrono esposizione verso i migliori vini del mondo.

Qui di seguito elenchiamo alcuni tra i principali fondi di investimento in vino:

Waterkmark Fine Wine: il fondo ha raccolto capitali da un gruppo di investitori facoltosi (HNWI) e gode di benefici fiscali essendo un Enterprise Investment Scheme (EIS)

Fine Wine Fund: è gestito da Wine Asset Managers LLP e secondo quanto dichiarato dall’asset manager ha generato un ritorno medio dal 2006 del 7.9% al netto delle commissioni. La società offre un prodotto sia per gli investitori retail che per istituzionali.

Wine Source Fund: questo fondo di diritto maltese garantisce una buona diversificazione ai propri sottoscrittori, offrendo anche una esposizione ad alcolici di nicchia come Cognac e Whiskies pregiati.

Leave a Reply

Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.